Cos’è Cronache del Ritorno

Inauguro questo blog cercando di spiegare, in breve, di cosa parlerò qui.

Potrà sembrare buffo ma ho iniziato a scrivere racconti per gioco, per provare a vedere se dopo tante e svariate letture fossi capace di mettere in forma scritta alcune delle tante idee balzane che mi rimbalzano come palline impazzite in testa. Poco più di un anno fa decisi di partecipare a un concorso per racconti horror, e lo vinsi con un racconto (“Il secondo premio della lotteria”, che potete trovare nell’antologia La Serra Trema) debitore nello stile a Joe R. Lansdale e per il finale a Fredric Brown (incidentalmente due tra i tanti scrittori che apprezzo). Fu la prima di una serie di buone/ottime sortite (con altri concorsi vinti o giù di lì) che hanno portato alla pubblicazione, nel tempo, di quasi qualsiasi cosa io abbia scritto (non tanta roba, ma la statistica è statistica).

Questo blog nasce sull’onda della pubblicazione presso la casa editrice Dunwich Edizioni (specializzata in horror, thriller, mystery e paranormal romance) del mio racconto Ancorati a un Patto che seppur autoconclusivo vuole essere un primo passo (o un vero e proprio primo capitolo) di una Storia ben più lunga e corposa che avrò il piacere (e anche la tortura, perché sono pigro e moderatamente perfezionista) di scrivere e portare avanti. Almeno queste sarebbero le mie intenzioni.

Ancorati a un Patto
Ancorati a un Patto

La mia idea è quella di tentare (il che non vuol dire riuscire) di scrivere qualcosa che sia riconducibile al genere Fantasy, ma non a quello classico, ormai standardizzato nelle forme e soprattutto nei contenuti, bensì a una visione più moderna, contemporanea e, sperando che nessuno si offenda, adulta. Non troverete nani, orchi, draghi e spade di smeraldo insomma, ma creature nostre (appartenenti alla nostra mitologia) e una storia mano e mano più cupa, ambientata soprattutto (ma non solo) ai giorni nostri e tra le nostre terre (sì, proprio le nostre… Ancorati a un Patto ad esempio ha diverse scene localizzate in Lunigiana), e che non disdegni ampie parentesi horror se funzionali al racconto.

Con Spade di smeraldo intendo testi come quello sopra, anche se musicalmente apprezzo molto!

Non sono presuntuoso, né tanto meno arrogante, però voglio provare a essere ambizioso (“sognare una cosa è il primo passo per realizzarla” diceva un saggio) e cercare di scrivere qualcosa che mi piacerebbe leggere e che presumo possa piacere agli appassionati di genere.

Perché Cronache del Ritorno?

Perché nelle mie idee quello è il nome della Storia che con Ancorati a un patto ho appena iniziato a svelare, e chi leggerà (o ha già letto) il racconto capirà che cosa sta ritornando per la disperazione di tutta l’umanità.

Per concludere e non rubare ulteriore tempo a chi legge, due parole riguardo gli argomenti del blog, dato che ovviamente non mi dilungherò solo su quello che scriverò (o che ho scritto, o che ho intenzione di scrivere).

È molto semplice: parlerò di tutto quello che può essere correlato alle Cronache del Ritorno, curiosità e stramberie, idee che mi vengono in mente, letture e visioni varie. Un fil rouge sulle Cronache con tante parentesi aperte perché, se non si fosse capito, adoro le parentesi (mi hanno sempre incuriosito e io sono una persona curiosa che ama incuriosire).

Quindi, che altro dire se non ben arrivati e buon proseguimento?